Dettaglio eventi


ore 18.30 presentazione “La ri-nazionalizzazione delle masse” n°12 Nuova Rivista Letteraria con Wolf Bukowsky

ore 21.00 cena di autofinanziamento

ore 23.00 Jazz Session con
– Glazunov: an unidentified flying music –
N.B. tenor sax
G.S. chitarra
G.R. contrabbasso
A.L. batteria

—–>

Iniziano con questo appuntamento gli incontri ragionati dalla Rete Antirazzista sui temi che interrogano ogni giorno l’accesso alla cittadinanza, ai diritti sociali e alla libertà di espressione e movimento in Europa.
Viviamo una ritirata tragica, da parte di chi sostiene l’uguaglianza sociale, dai ragionamenti riguardanti le migrazioni, il fondamentalismo (o conservatorismo omologante), le guerre imperialiste e l’autoritarismo dei governi europei.
La crescita delle estreme destre e dei micro-nazionalismi è evidentemente sollecitata dalla stretta corrispondenza tra le chiacchere da bar sui “barconi” che attraversano il Mediterraneo e diverse decisioni dei governi europei (vedi i muri nell’est Europa o i programmi di espulsione di massa dei migranti). Ma allo stesso tempo c’è una difficolta a penetrare con parole semplici il muro di gomma rappresentato dalla paura della perdita progressiva di diritti sociali e dalla voglia di essere “padroni a casa propria”. Almeno contro i più deboli, dato che i capitali privati stanno continuando a trasformare la ricchezza creata collettivamente in speculazioni private (dai grandi eventi, fino ai piani di salvataggio delle banche).
Abbiamo pensato che il migliore modo per costruirci degli strumenti per abbattere il pensiero razzista fosse quello di proporre un programma di appuntamenti, legati tra loro, in cui approfondire le fonti di quello che è il razzismo contemporaneo: nuovi nazionalismi, fondamentalismi religiosi, colonialismi materiali e culturali.
Iniziamo questo percorso con Wolf Bukowsky e la presentazione dell’ultimo numero della nuova rivista Letteraria, dedicato alla ri-nazionalizzazione delle masse in Europa.

—–>

NUOVA RIVISTA LETTERARIA N. 2 Nuova Serie NOVEMBRE 2015
SEMESTRALE DI LETTERATURA SOCIALE FONDATO DA STEFANO TASSINARI

La globalizzazione ha alimentato un blob di nazionalismi, populismi di destra e razzismi, che oggi si spaccia per opposizione alla tecnocrazia UE, al liberismo ecc. Non è detto che la falsa soluzione, a furia di aggravare il problema, non diventi essa stessa il problema principale.

EDITORIALE
La rinazionalizzazione delle masse (Wu Ming 1)

LE IMMAGINI DI QUESTO NUMERO
La serialità del male (Silvia Albertazzi)

BAMBINI
Perché i bambini non sono razzisti? (Franco Foschi)

DECORO
Il nemico della città (Maysa Moroni, Andrea Natella, Giuliano Santoro)

PRIMA I POVERI
Da «Prima gli italiani!» a «Prima i poveri» (Fulvio Massarelli)

MIGRANTI
Figli di Annibale (Agostino Giordano)

VITTIMISMO ITALIANO
Il mito di Roma nell’immaginario vittimista italiano (Wu Ming 1)

VENEZIA/1
Il mito di Venezia nell’immaginario nazionalista italiano (Piero Purini)

VENEZIA/2
Venezia, o il racconto assente della violenza imperialista (Alberto Sebastiani)

VIVA LO ZAR!
Fascists love Putin (Valerio Renzi)

MESSICO
L’Epopea del Nazionalismo Rivoluzionario Messicano (Fabrizio Lorusso)

INDIA
Bombay/Mumbay, il destino nel nome (Alberto Prunetti)

PANTHEON ABUSIVI
Libro e moschetto 2.0 (Giuseppe Ciarallo)

GERMANIA
Non finirà mai! (Wolf Bukowski)

BALCANI
Closelandia – Cosa importa che una terra sia vicina, se mi è preclusa? Ovvero: se Mladić fosse un patriota, chi sarebbero i patrioti? (Massimo Vaggi)

NEOLINGUA
L’ignoranza è forza! (Paolo Vachino)

USMIS
Quei temerari sulle patrie volanti. Rievocando Usmis: riviste par culturis rivoluzionariis furlanis e planetariis (Milena Magnani)

FREARS-KUREISHI
Omo lava più bianco (Silvia Albertazzi)

MURI/1
Muri (im)portanti (Cristina Muccioli)

MURI/2
Ci sono sempre delle frontiere (Sergio Rotino)