Sabato 17 Maggio 2008 ore 15
MANIFESTAZIONE
dalla Stazione Verona Porta Nuova

PARTENZA DA MANTOVA ALLE ORE 13.30 , RITROVO ALLA STAZIONE DEI TRENI DI MANTOVA ALLE 13.15 organizzano Mantovantagonista,Collettivo studentesco ‘aca toro, collettivo femminista colpo di streghe, Sinistra Critica Mn

featured image


Sabato 17 Maggio 2008 ore 15
MANIFESTAZIONE
dalla Stazione Verona Porta Nuova

PARTENZA DA MANTOVA ALLE ORE 13.30 , RITROVO ALLA STAZIONE DEI TRENI DI MANTOVA ALLE 13.15 organizzano Mantovantagonista,Collettivo studentesco ‘aca toro, collettivo femminista colpo di streghe, Sinistra Critica Mn

Nicola è ognuno di noi

Per sconfiggere insieme la paura scendiamo in piazza per svegliare la città che troppe volte ha girato la testa, non deve farlo anche questa volta e mai più.

Mobilitiamoci e riprendiamo la parola prima che l’ipocrisia riscriva anche questa storia.

per una Verona libera dalla paura,
per una Verona libera dall’odio,
per un Verona libera da vecchi e nuovi fascismi,
libera dall’intolleranza, dal razzismo, all’ignoranza
perchè esiste una Verona coraggiosa, aperta, indignata
perchè guardarsi all’interno, riconoscere il male profondo del nostro tempo e della nostra città.

Costruiamo assieme un corteo che attraversi e viva la città in una giornata aperta alle iniziative e ai contributi di tutte e tutti.
Nel 2008 a Verona si muore ancora di fascismo.
Al posto di Nicola poteva esserci ognuno di noi.

________________________________________________________
Assemblea cittadina promotrice della manifestazione

VOLANTINO DISTRIBUITO PER MANTOVA

Nella notte del primo maggio, a Verona, Nicola Tommasoli viene aggredito da

un gruppo di cinque neofascisti: questo fatto non è che l’ultimo e il più eclatante tra le 260 aggressioni avvenute nei tre anni

passati. La cultura dell’ intolleranza ha trovato terreno dove agire grazie

alla complicità delle istituzioni, che, dalla Lega Nord al PD,lanciano campagne di odio contro nemici immaginari. Questo non fa altro

che radicare sempre più tra le persone sentimenti di paura e intolleranza

verso il diverso, dando spazio politico e sociale all’estrema destra che prova a farsi spazio nelle scuole e nei quartieri con

aggressioni e proclami razzisti e retorici. La violenza non è che una

logica conseguenza di questo clima politico, tuttavia si preferisce minimizzare l’uccisione di un ragazzo e attribuirla al temperamento

irrequieto di qualche teppista. La sicurezza potrà essere raggiunta solo con la fine del sentimento di

insicurezza esistenziale tanto influenzato dalla precarietà sociale e lavorativa, che si abbatte tanto sugli italiani quanto sui migranti,

colpiti da leggi razziste come la Bossi-Fini.

MantovAntagonista, Sinistra Critica, collettivo studentesco ACA TORO, collettivo femminista Colpo di Streghe

di MANTOVA ANTAGONISTA