Una mostra dedicata alla storia del punk-hardcore americano in collaborazione con la shake edizioni.

La mostra: riproduzioni di flyers, locandine e manifesti dei concerti di Black Flag (realizzate dal mitico Raymond Pettibon), DOA, Dead Kennedys, Minor Threat, MDC, Agent Orange, per ripercorrere la storia di questa scena musicale e culturale. Una vera e propria chicca di street-art, tratta dal libro American Punk Hardcore di Steven Blush , pubblicato a marzo 2007, subito diventato best seller, con tantissime recensioni, segnalazioni e già ristampato.
Il film: American Hardcore, di Paul Rachman. Con una feroce colonna sonora e introvabili filmati inediti questo documentario è il racconto definitivo per i fan del genere e per tutti i curiosi della scena punk statunitense. Ma l’hardcore punk non fu solo musica, ma una forma di protesta contro il regime conservatore del presidente americano Ronald Reagan, che qui viene raccontato dalla viva voce dei componenti delle punk band più importanti e da noti artisti quali Moby e Matthew Barney. Una scena che fu un vero e proprio pugno in faccia alle multinazionali della musica e al mainstream. Grazie al DO IT YOURSELF, si diffuse selvaggiamente in pochi mesi in tutti gli Stati Uniti costituendo il nuovo underground americano.

sarà inoltre presente il banchetto distro di Cd/Lp di Mantovantagonista.

sabato 4 e domenica 5 ottobre dalle ore 18
allo spazio sociale di via frutta, 3 – Mantova
(traversa di corso vittorio Emanuele)

di ema