Suzzara. Rondò occupati, minacce ai dirigenti aziendali, un esponente sindacale lievemente ferito ad un occhio. Tensione alle stelle oggi a Suzzara in occasione della manifestazione degli operai dell’Iveco, sul piede di guerra dopo l’annuncio che non saranno riconfermati 160 contratti a termine.
Traffico congestionato sulla provinciale che collega Motteggiana e Suzzara dopo l’occupazione del rondò da parte dei manifestanti
Durante l’assemblea in fabbrica, avvenuta in mattinata, il segretario della Uilm, Luciano Di Pardo, è stato colpito ad un occhio con un vasetto di budino. I lavoratori hanno poi raggiunto la palazzina della direzione rivolgendo cori minacciosi contro i vertici aziendali. Alle 14.30 hanno raggiunto il rondò sulla provinciale, mandando letteralmente in tilt la circolazione. I dipendenti protestano contro l’azienda per i tagli alle assunzioni annunciati in via ufficiale ieri dall’azienda. La notizia è che non saranno riconfermati 160 contratti a termine. Nei due turni di oggi si sono susseguite assemblee e cortei in strada, nei pressi dello stabilimento.
In mattinata è stata chiusa completamente la provinciale occupata dai manifestanti.

di rise up