sabato 8 novembre dalle ore 16
piazza Mantegna, Mantova

Le studentesse e gli studenti del collettivo studentesco ‘aca toro e gli insegnanti del coordinamento docenti Mantova sono pronti a scendere di nuovo in piazza.

Per protestare contro il decreto del ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini la manifestazione “alternativa” trasformerà piazza Mantegna, dalle 16, in un’aula a cielo aperto.
Le lezioni, tenute dai precari della scuola, saranno dedicate alle tematiche di “libertà / giustizia”.
L’iniziativa si inserisce nella serie di manifestazioni locali del 7-8 novembre e lancia l’appello per la manifestazione nazionale del 14 novembre a Roma.
Il 15 e 16, dopo la manifestazione, si terrà una grande assemblea alla Sapienza di Roma. Un’assemblea nazionale delle facoltà in lotta perché il movimento non si arresterà fino al ritiro totale dei tagli contenuti nella legge 133 e del decreto 137. L’onda anomala che attraversa le università e le scuole di tutta Italia è la stessa che vede mobilitarsi le maestre elementari contro la distruzione del tempo pieno e del modello pedagogico della scuola primaria, la stessa che parla alle centinaia di migliaia di insegnanti precari delle scuole superiori che perderanno ogni speranza di lavoro e stabilizzazione a causa dei tagli di Tremonti e Gelmini, la stessa che sta mobilitando i ricercatori precari dell’Università e degli enti di ricerca per rivendicare la stabilizzazione e il rilancio della ricerca pubblica.

di ‘acator