dalla civetta.info

CASTIGLIONE – IL FLOP DELLA LEGA
Comizio con ospite d’onore, il sen. Borghezio, contro l’apertura del centro culturale gestito dalla comunità islamica.

di Luca Cremonesi

Quello di domenica 31 maggio è stato un vero buco nell’acqua per la locale sezione della Lega Nord. Armata fino ai denti con retorica e chiacchiera da bar, schierati due senatori della Repubblica (Borghezio super star e Aderenti, che apprendiamo dai giornali esser stata insultata da un migrante! chi semina tempesta!), locandine, volantini, gazebo preparatori, campagna stampa vergognosa, lettere ai vari giornali, utilizzo delle moderne tecnologie (blog e mailing list per chiamare a raccolta le forze), il tutto per raccogliere, come dimostra la foto, scattata circa quaranta minuti dopo l’inizio del Comizio, si e no una ventina di persone, se escludiamo, ovviamente, gli iscritti al partito coinvolti, loro malgrado, nella faccenda. La logica del sole e del week and lungo è più forte della paura, della rabbia e del razzismo nostrano di matrice padana. Il flop, dunque, si è consumato sotto gli occhi di tutti e le immagini, che pubblichiamo in esclusiva, lo testimoniano. Claudio Morselli, che ion questi mesi come presidente di Castiglione Alegre – Laboratorio di Democrazia Partecipata, ha lavorato al fine di creare le premesse per un’integrazione, collaborando con i membri della comunità islamica e coordinando le varie componenti della società civile che si sono attivate in nome dell’integrazione (si vedano anche i nostri contributi su queste pagine), ci ha dichiarato al termine del Comizio: “Ho notato che il comizio della Lega Nord di domenica scorsa a Castiglione è stato totalmente disertato (e sottolineo il “totalmente”) dalla cittadinanza, e non solo castiglionese. Solo poche decine di persone hanno partecipato alla provocazione leghista contro la comunità musulmana di Castiglione delle Stiviere. Tra questi: i dirigenti e gli attivisti locali, i candidati sindaci e, naturalmente, come annunciato, i “big” nazionali del partito. Come si spiega questo clamoroso flop di partecipazione? Il candidato Enzo Fozzato ha affermato dal palco che il tour elettorale della Lega ha ottenuto ovunque un grande successo di partecipazione e che “dove prima c’erano 10 persone ad ascoltarci, ora abbiamo trovato 100-150 persone”. Come mai a Castiglione, invece, è successo il contrario? Come mai, nonostante l’annunciata presenza dei vari Borghezio, Gibelli, Tosi, Fava e Aderenti, i cittadini castiglionesi e dell’alto mantovano hanno declinato l’invito della Lega? Non è che, forse, i leghisti castiglionesi raccontano frottole quando esaltano la grande adesione alla loro campagna razzista contro i musulmani? Vuoi vedere che alla stragrande maggioranza dei cittadini castiglionesi, anche quelli che votano Lega, non gliene frega niente della polemica contro i musulmani? E vuoi vedere che, magari, i cittadini castiglionesi sono pure contrari a queste forme di inciviltà e preferirebbero che si affrontassero i problemi veri con i quali le famiglie devono fare i conti tutti i giorni?”.

di em@