100_4206

La riforma Gelmini investe le vite delle studentesse e degli studenti: distrugge il diritto allo studio dal primo

giorno di scuola fino all’università e lascia senza futuro migliaia di lavoratori e lavoratrici della scuola.

Scompagina gli orari degli istituti dando il colpo di grazia alla situazione dei trasporti pubblici:

Apam,amministrata da sciacalli per anni, è ora crollata come un castello di carte e a poco valgono le corse -pezza.

* Contro l’introduzione della riforma Gelmini, contro lo smantellamento definitivo della scuola pubblica.

* contro i tagli alle ore di lezione e di laboratorio che portano al depotenziamento di materie fondamentali

come matematica, scienze e inglese.

* Contro le classi sovraffollate (fino a 41 alunni!)che impoveriscono la qualità dell’insegnamento.

* Contro i progetti di privatizzazione di APAM e contro chi in questi anni(azionisti pubblici bipartisan e CDA)

ha scelto di abolire il diritto alla mobilità per fare profitti:
– tagliando corse ritenute superflue(specialmente in provincia)

– precarizzando i lavoratori dei trasporti

– alzando le tariffe di biglietti e abbonamenti per fare cassa sulla pelle degli studenti (il 70% degli utenti Apam…)
– smantellando l’autostazione centrale in pensiline di cemento chiamate ‘stazioni passanti’.

Politici e manager giocano con il nostro futuro: FERMIAMOLI!
RIPRENDIAMOCI CIO’ CHE E’ NOSTRO: una scuola di qualità per tutte e tutti e un giusto servizio di trasporto pubblico!


VENERDI 8 OTTOBRE: MANIFESTAZIONE STUDENTESCA

Ritrovo ore 8.30 alla stazione passante di Viale Risorgimento.

.::Collettivo studentesco ‘Aca Toro::.