[ Durante tutto il periodo del Festival Edizioni Alegre sarà presente con un proprio banchetto sotti i portici di Via Pescheria a Mantova. ]

Verranno inoltre presentati due libri presso e con la partecipazione di Arci Virgilio ( vicolo Ospitale 2/6, Zona San Leonardo)

Giovedì 8
alle 18.00 Danilo Corradi (ricercatore dell’Università La Sapienza di Roma)
presenta “Capitalismo Tossico” scritto con Marco Bertorello.

Venerdì 9 alle 17.30 L’autore Stefano Tassinari
presenta “D’altri Tempi” primo libro della collana di letteratura di Edizioni Algre

alle 20.00 la serata continua con la presentazione dell’ultimo numero di “Letteraria-rivista di letteratura sociale” con il curatore Tassinari e gli autori della rivista presenti al festival.

www.ilmegafonoquotidiano.it
www.articolozero.org

[ Come annunciato nell’autunno scorso, il comune di Mantova ha deciso di tagliare i fondi messi a disposizione del Festival della Letteratura di Mantova.
Una situazione, quella dei tagli a tutto ciò che “non fa guadagno” direttamente, che non si limita alla realtà locale o al solo ambito culturale. Certo è inoltre, come dimostrano esperienze come il Teatro Valle di Roma occupato dagli stessi artisti quest’estate o le proteste studentesche degli ultimi anni, che l’ambito della formazione e della cultura è il primo a venire attaccato in un momento di crisi economica.
Le giustificazioni che vengono date ripetono la retorica del sacrificio di quei beni non “strettamente indispensabili” dando vita ad un lento piano inclinato nel quale, man mano che si scende, tutto diventa trascurabile a parte la concorrenza e la produttività.
Allo stesso modo, in concreto, chi trae profitto è chi i soldi ce li ha già: basta guardare alla “sfilata” di sponsor che animano queste giornate per capire che, in diversi casi, chi è artefice della crisi è anche chi punta alla mercificazione e all’omologazione del sapere e della cultura. Una cultura che diventa “qualcosa da tagliare” e allo stesso tempo “qualcosa su cui fare soldi”. Per una casa editrice indipendente come Alegre, nata dai movimenti seguiti alle giornate del G8 di Genova, la cultura è invece uno strumento per leggere il mondo e provare a cambiarlo. ]