concorso fotografico verso la mostra/assemblea del 26 gennaio ore 17.00 @ Spazio Sociale La Boje!

Non siamo abituati a guardare alle strade e ai palazzi che ci circondano come ad elementi che influiscono sulle nostre vite.
Chi ci governa, nonostante la crisi di questo sistema fondato sul consumo e l’accumulazione, continua a provare a convincerci dell’utilità di costruire nuove strade, nuovi palazzi, nuovi centri commerciali. Sarete felici, ci dicono, con tutta questa possibilità di scegliere, dove vivere, come muovervi e in che luogo spendere i nostri soldi.
Non vogliamo tornare all’età della pietra, ma questo non è il nostro progresso.
Uno sviluppo che soffoca l’immaginazione e i bisogni delle persone. Non sappiamo vedere la bellezza che ci circonda: pensiamo che un senzatetto che cerca rifugio dal freddo sia un criminale, una scritta su un muro degrado e che un palazzo abbandonato possa solo essere buttato giù.
In realtà imprese edili, poteri forti e lobby politiche modificano quotidianamente gli spazi della nostra vita, eliminano il patrimonio storico e la memoria che questo porta.
Vediamo continuamente palazzi in costruzione che, nonostante le persone che hanno bisogno di una casa, rimarranno vuoti, centri commerciali che si moltiplicano, nonostante non ci siano più soldi da spendere.
Il cemento cala sui nostri quartieri e le persone che li abitano non hanno parola in capitolo.
Vogliamo decidere del nostro futuro, prendendoci i diritti che ci spettano e conservando quei ricordi e quelle relazioni che sono la linfa vitale della società.

Entro il 24 gennaio scatta una foto alla bellezza nascosta nel tuo quartiere o nella tua via.
A qualsiasi edificio che potrebbe essere ristrutturato o riattivato, a qualsiasi strada su cui si abbatte la speculazione edilizia, a qualsiasi quartiere a cui viene tolta la storia e quindi l’identità.
Non pretendiamo opere artistiche, anche un palazzo in costruzione o una fabbrica abbandonata può avere un anima, contenere dei ricordi e, con essi, dei conflitti.

Manda le foto a spaziosocialelaboje@gmail.com, le esporremo il 26 gennaio in una mostra che farà da cornice ad un’assemblea per combattere la speculazione a cui è invitata tutta la città.

Spazio Sociale La Boje!