Sabato, nonostante il divieto del ministro dell’interno Minniti (sì lo stesso ministro del PD che ha voluto aumentare i centri di permanenza-rimpatrio ed estendere il daspo alle città) sabato a #Macerata si terrà una manifestazione #antirazzista a cui parteciperanno diversi compagni de La Boje!.

La sparatoria contro “i neri” del simpatizzante della #Lega Luca Traini ha scoperchiato il vaso del #razzismo in #Italia, che come abbiamo potuto vedere va ben oltre le organizzazioni neofasciste sempre più legittimate nello spazio pubblico. L’imbarazzo del PD nel mostrare una solidarietà verso le persone ferite in ospedale ha chiarito la sua natura anti-solidale e liberista. Cosa sono le sparate neofasciste rispetto agli accordi con i clan libici, alle torture per bloccare i migranti e alla missione neocoloniale in #Niger?

Ieri l’apparato dirigenziale (nazionale) delle associazioni storicamente vicine al centrosinistra ha aiutato #Minniti a proibire il corteo antirazzista, defilandosi a tra giorni di distanza.

Pensiamo sia necessaria una piazza che dia voce a chi è oppresso da questo clima da “guerra tra poveri” e dalle leggi del razzismo istituzionale. Una piazza contro il #terrorismo, che dia uno spazio, aldilà dell’appartenenza associativa, a chi sta con il corteo di #Macerata e vuole mettere sulla bilancia la solidarietà tra popoli e la rivendicazione di diritti contro chi specula elettoralmente con il #razzismo.

https://www.facebook.com/events/1325353974277333/