Dettaglio eventi


All’arci Casbah di Pegognaga (MN)

dalle 19.00 presentazione del libro con uno degli autori
a seguire cena a buffet a sottoscrizione popolare

Negli ultimi anni uno degli aspetti più visibili della crisi economica si è sostanziato nelle disuguaglianze rispetto all’accesso e alla distribuzione delle risorse di un territorio.
Questo processo ha scatenato lotte in tutto il mondo per quello che lo studioso americano David Harvey ha chiamato “diritto alla città”. Uno degli elementi più interessanti delle rivolte che si sono susseguite a macchia di leopardo a partire dal 2011 era proprio questa rivendicazione rispetto a come utilizzare lo spazio, se per scopi pubblici o privati.
In differenti contesti, come l’assemblea permanente di Zuccotti Park a New York o le assemblee cittadine per il trasporto pubblico di San Paolo in Brasile, è emerso l’elemento di come la città potesse essere il terreno di scontro privilegiato per processi di impoverimento che, muovendosi sul piano finanziario, spesso sfuggono all’immediatezza e alla concretezza del quotidiano.
La lotta esemplare per il diritto alla città è stata quella di Gezi Park, che ha dominato le cronache dell’estate del 2013, mettendo sotto scacco il governo turco di Erdogan e generallizando una protesta partita contro la ristrutturazione in senso privato di piazza Taksim.

http://www.ilmegafonoquotidiano.it/libri/gezipark