Il concorso, che scade il 20 Marzo, ha come premio niente di meno che l’esposizione dell’opera sul muro.

“All’interno delle opere non apparirà il logo di Diesel, questa non è un’operazione pubblicitaria, è un regalo che facciamo ai giovani artisti” ha detto il direttore generale di Diesel Italia, Luigi Mezzasoma. Certo è che se fosse stata un’operazione pubblicitaria, gli artisti li avrebbero dovuti pagare… invece il tentativo è quello di sfruttare la creatività sociale facendo leva sul narcismo personale.

Diesel Wall

http://www.dieselwall.com/


Con l’altisonante nome di “Premio di Arte Temporanea Diesel Wall”, la Diesel ha lanciato un concorso per l’utilizzo artistico e creativo di un muro di 360 metri quadrati nel quartiere ticinese di Milano.