Due assoluzioni per non avere commesso il fatto, una riduzione di pena 4 a mesi per il solo porto d’armi illegale e 15 conferme di condanne a 4 anni.
Due assoluzioni per non avere commesso il fatto, una riduzione di pena 4 a mesi per il solo porto d’armi illegale e 15 conferme di condanne a 4 anni. Si � concluso cos� il processo d’appello per i fatti dell’11 marzo 2006 a Milano nei confronti di 18 persone accusate di devastazione e saccheggio. Quel giorno a Milano qualche centinaio di persone, principalmente attivisti dei centri sociali, volevano impedire la sfilata neo fascista della Fiamma tricolore. In corso Buenos Aires, la polizia e i carabinieri presidiavano il luogo di ritrovo della Fiamma. Durante gli sconti tra le cosiddette forze dell’ordine e gli attivisti, furono incendiate alcune automobili e l’ufficio elettorale di An. Dopo le cariche delle forze dell’ordine, alcune respinte dai manifestanti, furono arrestate oltre 40 persone e 25 rimasero in detenzione preventiva oltre quattro mesi in attesa del processo. Vi proponiamo l’approfondimento con Blicero di supporto legale

di radio onda d’ urto