GIOVEDÌ 13 OTTOBRE ASSEMBLEA PUBBLICA
Lo scorso 23 settembre a Mantova, il partito di Forza Nuova ha ottenuto da parte del sindaco Sodano la concessione di uno spazio comunale per svolgere un’assemblea pubblica in vista dell’apertura di una nuova sede. Il comitato antirazzista e antifascista indignato dalla legittimazione di un terrorista nero (condannato e rimasto latitante per 20 anni), Roberto Fiore e dalle politiche di odio xenofobo mosse negli ultimi anni, ha voluto esprimersi politicamente all’evento.

La risposta da parte delle forze dell’ordine si è espressa attraverso 3 cariche sui manifestanti nell’arco di un paio d’ore. Quell’evento in seguito è stato trasformato in una criminalizzazione mediatica nei confronti di chi quella sera si è indignato. Il terzo attacco è arrivato quando la stampa locale ha pubblicato il comunicato relativo alle 13 denunce nei confronti dei manifestanti.

La spropositata reazione da parte della questura di Mantova in occasione del presidio spontaneo e di ciò che ne è scaturito ha dimostrato una seria mancanza di capacità di gestione di una collettività che ormai da tempo sta ampliando una piattaforma di protesta nei confronti delle iniziative neofasciste.

Chi subisce un attacco politico mascherato col nome di “difesa dell’ordine pubblico”, ma si trova legittimato dalla propria costituzione non ha timore di portare in piazza il proprio dissenso. Una forma di protesta consapevole che i saluti romani, le campagne omofobe e il razzismo apriorista non sono fenomeni congelati in un periodo storico ma trovano appigli in ogni momento di crisi economica mirando al tessuto sociale più giovane e culturalmente debole.

Mantova è antifascista e non è disposta a dover assistere a politiche neofasciste in cui vengono smerciate paure per poterle trasformare in odio.

Costruiamo un’assemblea aperta a tutta la cittadinanza per non lasciare che un evento come quello del 23 settembre possa essere ridotto ad una mera guerra tra opposti estremismi. Storia, cultura e politica sociale sono gli strumenti fondamentali per un’indignazione collettiva dal basso, oggi più che mai attuale e necessaria.

Giovedì 13 ottobre Assemblea pubblica convocata alle ore 21.00 presso il circolo Arci Bociofila Mantovana.