Dettaglio eventi


Negli ultimi anni si sono susseguiti in modo crescente i morti ammazzati per mano fascista e le aggressioni ad attivisti politici e migranti a seguito delle aperture delle sedi fasciste.
Un modo per “farsi spazio”, nei peggiori casi eseguito con i coltelli, che prova a toglierlo a chiunque non sia etero, cristiano, bianco e nazionalista. Gli striscioni contro i luoghi di culto islamici e indù apparsi nella nostra provincia, o i banchetti di forza nuova contro gay, lesbiche e bisessuali sembrano attaccare a priori lo spazio di libertà di questi.

Come rispondere? Come aggregare queste forze che i fascisti vorrebbero aggregare? Come affrontare l’annosa questione di un’antifascismo che sia allo stesso tempo partecipato e determinato nel non farsi sottrarre spazi di libertà? Come si legano le azioni dei fascisti ai disegni istituzionali?

Ne parleremo alle 19.00 con Osservatorio contro i fascismi Trentino AA – Südtirol che ha fatto uscire da poco un interessante dossier sulle aggressioni a Trento e provincia dopo un anno dall’apertura della sede di Casa Pound.

+ altri relatori

A seguire cena di autofinanziamento dell’ ATLETICO LANGAFIA (libertà in maliano), una squadra composta da attivisti dei collettivi de La Boje!, ragazzi maliani da poco in Italia ed Ivoriani.

Mangeremo delle specialità africane per finanziare il materiale sportivo per la squadra che sarà iscritta ai Mondiali Antirazzisti di quest’anno.

Favilla – CommuniaMantova
Sportello Diritti

La Boje!