In merito all’articolo del 20 Aprile sul presidio contro l’arrivo di Renzi a Mantova, a sostegno della campagna elettorale di Mattia Palazzi, riteniamo doveroso fare delle precisazioni. Pur non dichiarando che lo spazio sociale La Boje sia stato il responsabile del lancio di uova contro la sede elettorale di Palazzi, una lettura disattenta dell’articolo poteva far intendere ciò. Lo spazio sociale La Boje!, non solo non è responsabile di tale atto, ma prende le distanze da queste pratiche. Noi crediamo che il conflitto politico sia inevitabile nell’attuale sistema socio-politico; allo stesso tempo non crediamo che “un lancio di uova” sia un’azione rilevante, anzi, la riteniamo una sterile manifestazione di rabbia, magari legittima; ma che deve veicolarsi in ben altri piani; con metodologie e prassi che coinvolgano chi, che dal basso della piramide economica e sociale, intenda costruire una società egualitaria, orizzontale e giusta. Nel relativo successo dell’iniziativa contro Renzi, questa visione è tuttavia mancata. Da tempo, sosteniamo la necessità di una costruzione politica includente, che non debba risolversi nella sommatoria di etichette politiche o singole sensibilità; ma che riveli, piuttosto, le contraddizioni del sistema neo-liberale e riconosca il protagonismo di soggetti sociali nuovi rispetto agli schemi del XX secolo. Proprio in virtù di questa analisi, il pomeriggio dello stesso giorno, abbiamo organizzato il primo torneo di basket NO EXPO al campo pubblico di te Brunetti. Tale iniziativa ha visto la partecipazione di oltre 60 giovani, in buona parte figli di migranti, che si sono incontrati per creare spazi di socialità dal basso; rivitalizzare la periferia; autoriconoscersi attraverso lo sport come solidali e rifiutare il disegno di una società basata sul profitto e la mercificazione delle vite. A fine torneo sono state offerte a tutti i partecipanti panini con marmellata autoporodotta…..molto meglio della frittatona rituale della mattinata!

Favilla – CommuniaMantova