Mattia Fossati presenta il suo volume recentemente pubblicato per #asterios editore.

Interviene oltre all’autore
Claudio Meneghetti (comitato antimafia sociale Mantova)

Modera
Mirko Rauso (spazio sociale la Boje!)

Sin dagli anni ’70 l’eversione nera ha sempre partecipato insieme a servizi segreti deviati, logge massoniche e criminalità organizzata alla realizzazione di delitti eccellenti, stragi e tentativi di colpi di stato per condizionare gli equilibri politici. Molti indizi fanno pensare che all’inizio degli anni ’90 si sia riprodotto lo stesso schema in molti episodi, poiché, dopo la caduta del muro di Berlino, quando un cambiamento politico sembrava inevitabile, si è fatto ricorso alle stragi per impedirlo. Lo stesso connubio di interessi è stato riscontrato nella loggia occulta MammaSantissima, creata appositamente da massoni, mafiosi e neofascisti per inserire propri referenti all’interno delle istituzioni. D’altronde anche l’operazione “Mondo di Mezzo” ha scoperchiato l’universo segreto di Mafia Capitale, sottolineando che il sodalizio criminale, creato negli anni di piombo, è ancora in grado di influenzare il potere. Questo saggio si sofferma sulla relazione di mutuo soccorso intercorsa tra la mafia e la destra eversiva, focalizzando l’attenzione sulla trasformazione di tali rapporti. Se ad inizio degli anni ’70 infatti vi era stato un continuo scambio di favori fra le due compagini, successivamente i neofascisti divennero il braccio armato delle organizzazioni mafiose. Con la nascita della seconda Repubblica, i due gruppi convogliarono nella medesima organizzazione con la finalità di trattare direttamente con la classe politica per continuare a tutelare i loro interessi.

https://www.facebook.com/events/116334205901647/